Maestosi paesaggi a portata di tutti:
ecco il fascino di Mala, Velika e Zadnja

Lo Jalovec dalla Velika Mojstrovka
Lo Jalovec dalla Velika Mojstrovka
21.06.2018

Questa settimana si sconfina in Slovenia, nelle Alpi Giulie Orientali. La meta sono le cime della Mala, della Velika e della Zadnja Mojstrovka, nel Parco del Triglav. Montagne dolomitiche dalle quote relativamente modeste ma che offrono grandiosi panorami. Valicato il confine dopo Tarvisio si raggiunge Kranjska Gora e si sale al Passo di Vrsic dove si parcheggia. A destra del valico parte subito il sentiero per la Mala Mojstrovka. Si sale tra i verdi mughi il cui colore verde scuro contrasta con il candore delle rocce e si attraversa una vasta conca detritica per poi arrivare a superare alcune roccette che conducono ad una selletta senza nome a quota 1947 sulla cresta Sud-Sudest della Mala Mojstrovka. Il percorso ora si svolge sul versante meridionale della Mala Mojstrovka su terreno detritico e diverse tracce tra le ghiaie potrebbero indurre in errore in caso di nebbia. Tenendosi comunque nei pressi del crinale Sud-Sudest, salendo tra ghiaie e placche rocciose, si raggiungono le rocce della cima della Mala Mojstrovka. Facili roccette e poi la panoramica sommità. Aspre montagne dolomitiche ci circondano da tutti i lati e si riconoscono le forme dello Jalovec, del Mangart, del Prisojinik, dello Skrlatica, mentre a settentrione, con forme più dolci, si stendono le boscose montagne che separano la Slovenia dall'Austria. La rocciosa e imponente cima della Velika Mojstrovka pare aspettare solo noi. Chi è già stanco può anche decidere di tornare indietro ma è consigliabile salire anche sulle altre vette. Dalla cima della Mala Mojstrovka si scende ancora su terreno detritico per un tratto verso Sudovest. Giunti ad una selletta si risale superando alcune roccette a si raggiunge la sommità della Velika Mojstrovka che come la sua sorellina più piccola precipita improvvisa verso nordovest con verticale pareti rocciose teatro di divertenti vie di arrampicata. Dalla Velika Mojstrovka si continua sulla cresta sommitale e, senza particolari difficoltà, si arriva sulla vasta cime della Zadnja (Ultima) Mojstrovka che è anche la più elevata della tre, anche se la meno frequentata. Si torna lungo il medesimo percorso di salita. Giunti alla sella senza nome di quota 1947 è possibile, per chi ama le folli corse sui ghiaioni, scendere molto velocemente al Passo di Vrsic prendendo a sinistra un ripido canalone. •