Giardini
d’agrumi,
magia pura

Nel fine settimana Gargnano apre lo scrigno delle preziose limonaie
Nel fine settimana Gargnano apre lo scrigno delle preziose limonaie
12.04.2018

Luciano Scarpetta Colori, accattivanti fragranze, cultura e tradizioni sublimate in una rassegna che rappresenta un unicum nel panorama nazionale. Nel week end Giardini d’agrumi tornerà a esaltare a Gargnano il patrimonio delle limonaie alto gardesane. Attorno alla vetrina ruoterà un vortice di eventi. Il taglio del nastro è fissato per sabato mattina alle 10 nel chiostro di San Francesco dove saranno esposte la tavola pomologica di agrumi gardesani gli storici attrezzi utilizzati per l’agrumicoltura e la mostra fotografica. La manifestazione propone anche un itinerario alla scoperta degli antichi giardini di agrumi per l’occasione aperti al pubblico. Sabato e domenica dalle 11 alle 18 nell’ex palazzo municipale accanto al porto c’è l’esposizione collettiva di pittori del territorio e la mostra internazionale di Arte Postale in tema di agrumi. In contemporanea nella piazza è allestito il mercato dedicato agli agrumi, ai prodotti del territorio e all’artigianato locale. Prevista inoltre sabato dalle 15 alle 17 sotto il porticato dell’ex municipio, una dimostrazione di composizioni floreali con agrumi a cura del flower designer Rodolfo Casati e degli studenti della Scuola agraria di Fondazione Minoprio. Poco distante, il famoso maestro madonnaro Andrea Mariano Bottoli creerà nel corso del fine settimana una sua opera con soggetto ideato per la manifestazione riferito agli agrumi.

ALLE 19 DI SABATO nel chiostro, Giuseppe Lo Pilato agronomo paesaggista accompagnato alla chitarra da Adelmo Bassi, racconterà in musica la bellezza del giardino della Kolymbethra nel parco della Valle dei Templi di Agrigento. Domenica dalle 10 alle 17 alla limonaia dell’Hotel Villa Giulia a Gargnano, l’esperto di Agri Coop Oliviero Capuccini risponderà a domande sulla cura degli agrumi. Tutto a ingresso libero.