Ecco il
Triathlon del
Ragioniere

La «ciambella» salvagente è obbligatoria nella frazione a nuoto
La «ciambella» salvagente è obbligatoria nella frazione a nuoto
Alessandro Gatta 26.07.2018

Saranno sgangherati, demotivati, forse poco abbronzati, di certo scoordinati: nuoteranno grazie a camere d’aria rattoppate, correranno con gli zoccoli, pedaleranno in sella a biciclette antidiluviane rigorosamente senza marce. GAMBE IN SPALLA e tanta voglia di divertirsi: sono più di 50 i partecipanti della prima (e tragica) edizione del «Triathlon del ragioniere», gara goliardica non competitiva organizzata dalla Pro loco di Moniga e liberamente ispirata ai personaggi dell’epopea fantozziana, in scena questo sabato con partenza dal lungolago, strizzando l’occhio alla celebre Coppa Cobram del Garda, che si correrà a Desenzano a settembre (tra le due manifestazioni è già stato sancito il gemellaggio). A Moniga sarà un triathlon vero e proprio, nuoto, bici e corsa, con partenza dalle 19 dalla spiaggia di fronte al campeggio Porto, tutti pronti per il primo tuffo. Nella prima tappa a nuoto (per 150 metri, da percorrere in parallelo alla riva) sarà obbligatorio indossare ciambelle, paperelle colorate e braccioli, oppure una camera d’aria di una ruota ben agganciata alla vita. Risaliti dal lago, si salta subito in sella (ma attenti al sellino, prima di farlo alla bersagliera): quattro chilometri in bicicletta, purché sia priva di marce e cambio, con un suggerimento tassativo da parte degli organizzatori, «le bici più sono scassate meglio è». ULTIMO CHILOMETRO, verso il traguardo (che sarà di nuovo a lago): mille metri da correre tutti d’un fiato, anzi con il fiatone, indossando ciabatte, zoccoli e infradito, insomma calzature che più scomode non si può, in nessun modo legate alla caviglia. Che fatica, ma che soddisfazione: si vocifera che ai sopravvissuti non sarà negata una «polpetta di Bavaria», ricetta segreta del dietologo tedesco professor Birkermaier. In pochi giorni un vero boom di iscrizioni, anche svizzeri. Ma goliardici e fantozziani a parte, il sabato di Moniga sarà davvero sportivo: alle 18 da piazza San Martino partirà la nuova edizione della «Color Run», quattro chilometri di corsa per concorrenti che saranno colorati dalla testa ai piedi, e all’arrivo (al porto) si disseteranno con un aperitivo. •