A cura di Publiadige Ogni quanto cambiare uno pneumatico?A cura di Publiadige | A cura di Publiadige

Ogni quanto
cambiare
uno pneumatico?

A cura di Publiadige

Ogni quanto cambiare i pneumatici?
Ogni quanto cambiare i pneumatici?
26.07.2018

La durata temporale dei pneumatici può essere influenzata da una serie di fattori atmosferici, di usura e di tempo. Ecco una breve guida per comprendere quando è il momento per cambiare le gomme della propria automobile.

 

Chi conduce un automezzo è a conoscenza che il buono stato dei propri pneumatici è sicuramente uno dei fattori più da prendere in considerazione, se si vuole avere una buona tenuta di strada e allo stesso tempo tempi di frenata il più breve possibile. Conoscere le nozioni di base sull’usura dei pneumatici, come testarla e sapere come decidere quando cambiare i pneumatici è molto importante.

I pneumatici sono costruiti con una serie di solchi e creste sulla loro superfice, che servono a indicare all’auto la traiettoria da seguire durante la marcia. Inoltre, il battistrada è in grado di incrementare la trazione della vettura sulla strada e deviare l’acqua da sotto la gomma in condizioni di fondo stradale bagnato. Sebbene i pneumatici sono progettati per fornire prestazioni costanti durante tutta la loro durata, il battistrada si consuma durante il tempo e gradualmente diventa meno efficace.

La natura della mescola di cui sono costruiti particolari pneumatici, determina in larga misura se uno pneumatico si consumerà in maniera più rapida di un altro. Pneumatici realizzati con mescole più morbide offrono una maggiore reattività e prestazioni di frenata, ma proprio per queste caratteristiche si consumano in maniera più veloce. La maggior parte dei pneumatici, si considera che possono offrire le migliori performance tra i 25.000 e i 50.000 chilometri percorsi. Tuttavia, questi numeri sono solo delle medie tratte da delle statistiche.

Oponeo, uno degli e-commerce più forniti nel settore dei pneumatici, ha analizzato i dati di migliaia di automobilisti per stimare questi dati. La vasta esperienza del supporto clienti, è in grado di consigliare ogni persona su quale pneumatico scegliere per ottenere le migliori condizioni di guida.

Lo stile di guida del conducente, le caratteristiche della vettura, la tipologia di asfalto e le condizioni meteo della zona in cui si guida, sono fattori che possono influire in positivo o in negativo sulla durata di un pneumatico.

Ogni quanto cambiare i pneumatici?

La frequenza con cui si devono sostituire i pneumatici, è determinata dal tipo di guida e dai fattori esterni che possono influire. Le curve veloci, le frenate brusche e le superfici stradali sconnesse possono logorare in maniera più veloce le gomme. Proprio per questo, chi guida in città o in centri storici con pavimentazioni con scarsa manutenzione, dovrà cambiare più spesso i pneumatici. Anche la scarsa manutenzione della propria vettura può portare a una veloce usura dei pneumatici. Le associazioni dei consumatori, consigliano ai conducenti di controllare la pressione dei pneumatici almeno una volta al mese.

Un pneumatico con la pressione troppo alta o troppo bassa, oltre a causare problemi durante la guida porterà ad una più veloce usura e non uniforme del battistrada. È bene controllare il manuale della propria vettura, o l’etichetta interna all’interno della porta del guidatore per appurare quale è la pressione ideale per i propri pneumatici.

Inoltre, è bene verificare che i pneumatici non siano utilizzati per più di sei anni dalla data di produzione. Per offrire le migliori condizioni di guida durante il loro utilizzo, indipendentemente dal numero di chilometri percorsi, i pneumatici devono essere sostituiti almeno una volta ogni sei anni. Questo consiglio, si deve applicare anche alle ruote di scorta. 

Verificare lo stato del pneumatico

Per essere sicuri dello stato dei propri pneumatici, è bene ispezionare il pneumatico mensilmente per verificare la presenza di tagli o danni laterali. Infatti, cordoli e marciapiedi possono creare dei problemi alle gomme, quando non vengono affrontati in maniera diretta. Salire e scendere lateralmente da un marciapiede, con il passare del tempo può creare dei tagli o delle rotture alla struttura che rende solido il pneumatico.

La scelta del giusto pneumatico, può portare la propria vettura ad avere una maggiore tenuta di strada e allo stesso tempo diminuire i tempi di frenata. Tuttavia, il modo in cui si guida il veicolo e si prendere cura del proprio mezzo sono sicuramente il punto cruciale per far durare più tempo i pneumatici.

È sempre opportuno familiarizzare con la sezione del manuale della propria vettura dove sono riportate le caratteristiche ideali dei pneumatici. Ispezionarli a intervalli regolari, è il sistema migliore per essere sempre sicuri della loro affidabilità.